GIUSEPPE GIOACCHINO BELLI – ER GIORNO DER GIUDIZZIO

Giuseppe Gioachino Belli – Er Giorno Der Giudizzio
Edizione di riferimento:
BELLI
Sonetti

A cura di Giorgio Vigolo con la collaborazione di Pietro Gibellini.
I Meridiani
Arnoldo Mondadori Editore, Milano 1978

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Dal: Preludio e Fuga in do minore BWV 549 di J.S. Bach

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

ER GIORNO DER GIUDIZZIO

  Cuattro angioloni co le tromme in bocca

Se metteranno uno pe ccantone

A ssonà: poi co ttanto de voscione

Cominceranno a ddí: «Ffora a cchi ttocca.»     4

  Allora vierà ssú una filastrocca

De schertri da la terra a ppecorone,

Pe rripijjà ffigura de perzone,

Come purcini attorno de la bbiocca.                8

  E sta bbiocca sarà Ddio bbenedetto,

Che ne farà du’ parte, bbianca, e nnera:

Una pe annà in cantina, una sur tetto.           11

  All’urtimo usscirà ’na sonajjera

D’angioli, e, ccome si ss’annassi a lletto,

Smorzeranno li lumi, e bbona sera.               14

                                                                       25 novembre 1831